fbpx

Mega guida sul social media marketing per le aziende

Scopri come utilizzare il social media marketing per la tua azienda: suggerimenti organici e pubblicitari per Facebook, Instagram, LinkedIn, YouTube, Twitter, Pinterest
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Tabella dei Contenuti

Negli ultimi anni le persone attive sui social sono quasi 3 miliardi. Il marketing tramite queste piattaforme è utilizzato nella vendita di prodotti o servizi a livello locale, regionale, nazionale o addirittura in tutto il mondo.

A differenza delle piattaforme tradizionali come la televisione o la radio, i social media non offrono una soluzione adatta a tutti, ma funzionano invece a seconda dell’obiettivo. Il numero di strategie di marketing è elevato quanto il numero delle stesse reti social: sceglierne una richiede uno studio approfondito del pubblico di destinazione al fine di stimolare il valore e creare il maggiore impatto con i tuoi messaggi.

Il social media marketing di successo si ottiene quando le aziende creano obiettivi chiari , comprendono ciò che il loro pubblico desidera, producono contenuti pertinenti e accattivanti, scelgono le piattaforme di social media adatte al loro prodotto o servizio.

I vantaggi del social media marketing per le aziende

Per le aziende, i social network offrono ampie opportunità per promuovere i loro prodotti o servizi, connettersi con nuovi clienti, creare campagne pubblicitarie indirizzate ad un pubblico specifico.

Gli utenti ora si aspettano di interagire con i brand, questo da incredibili opportunità di creare modi per stimolare la domanda e ampliare la portata del marketing.

Attraverso i social media, un social media manager può:

  • Coinvolgere il pubblico. Il coinvolgimento è un ottimo modo per stabilire la fiducia con i clienti e costruire una relazione che può svilupparsi nel tempo.
  • Promuovere la fedeltà al marchio. Il coinvolgimento porta alla lealtà con il brand. Gli utenti possono conoscere il marchio più intimamente attraverso aggiornamenti di notizie, video informativi e video dietro le quinte.
  • Integrare i social con altri canali. I social media si integrano così bene con altri canali che permette ai social media manager la possibilità di potenziare le campagne.
  • Controlla il messaggio del brand. Quando la crisi colpisce, i social media manager possono fungere da propria redazione.
  • Crea nuovi contatti. I social media manager possono sensibilizzare e generare traffico sui tuoi canali social, permettendo la fedelizzazione degli utenti e l’interessamento di nuovi utenti.

Social media marketing organico vs social media marketing a pagamento

Esistono due tipi di social media marketing: social media marketing organico e social media marketing a pagamento. La differenza tra i due riguarda principalmente il budget da investire.

Il social media marketing organico è quando gli utenti sfruttano gli elementi gratuiti dei social media, come la condivisione dei post su Facebook o le conversazioni bidirezionali con gli utenti su Twitter. Questo può essere perfetto per le aziende indipendenti.

  • In questo scenario, le aziende possono costruire la propria community sui social e quindi indirizzarle verso il sito Web per un ulteriore coinvolgimento.

Il social media marketing a pagamento comportano contenuti pubblicitari sponsorizzati a pagamento, distribuiti sui social network sotto forma di immagini, video. A seconda della piattaforma, gli annunci possono essere indirizzati agli utenti in base alla posizione geografica, alle abitudini di acquisto o agli interessi personali.

  • A differenza del social media marketing organico, i social a pagamento mettono direttamente i tuoi contenuti davanti agli utenti che molto probabilmente mostreranno interesse.

Tipi di campagne di marketing sui social media

I Social Media Manager hanno diverse opzioni quando si tratta di pianificare campagne sui social media. I tipi di campagna vengono scelti in base agli obiettivi concordati.

Le principali campagne sono:

La campagna di copertura

La copertura consiste nel raggiungere clienti completamente nuovi che, in passato, non hanno interagito con il tuo prodotto o servizio. Queste campagne sono accompagnate da contenuti che attirano l’attenzioni di nuovi utenti per saperne di più sul prodotto o servizio. Il risultato ideale in questa fase non è un acquisto, ma semplicemente il fatto che questi nuovi utenti si uniscano alla tua community.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a guidare la tua campagna di copertura:

  • Studia per identificare il tuo pubblico. Crea un elenco di parole chiave che possano attirare questo pubblico in target e incorporale come hashtag nel tuo post. Cerca nelle pagine e crea un elenco di potenziali clienti e osserva il loro comportamento sui social media per determinare il modo migliore per avvicinarli.
  • Sii pertinente. Non avvicinarti ai potenziali clienti con un tono difficile da capire. Crea contenuti, come post di blog o video, che potrebbero essere rilevanti per loro e che li attireranno verso di te. 
  • Mostra interesse per i potenziali clienti. Studia e comprendi quali contenuti potrebbero trovare utili. In questo modo ti stai presentando come un fornitore di soluzioni rispetto a qualcuno che vuole solo una vendita rapida.
  • Sii coerente. Stabilisci una voce che rimane la stessa. Renditi autentico, sincero, ma assicurati sempre di fornire un valore e non solo di cercare di chattare o di perdere tempo.
  • Sii reattivo. Una volta stabilito il contatto, non scomparire. Potrebbero avere una domanda o un commento su ciò che hai condiviso con loro. Sii consapevole del fatto che stanno parlando con te e rispondono con tempestività in modo che abbiano la soddisfazione di essere ascoltati.

La campagna di retargeting

In questa fase, una campagna di copertura può trasformarsi in una campagna di retargeting per gli utenti con cui hai interagito ma che hanno trascurato di intraprendere ulteriori azioni. Il retargeting consiste nell’identificare gli utenti che hanno mostrato interesse per il tuo prodotto o servizio sui social media, e puoi vedere se riesci a coinvolgerli in un livello più profondo.

In generale, gli utenti che desideri scegliere come target sono quelli che:

  • Hanno visitato il tuo sito.
  • Cliccato su pubblicazioni precedenti.
  • Iniziato o risposto alle conversazioni sulla tua pagina di social media.
  • Abbandonato il carrello con articoli all’interno.
  • Seguono le tue pagine social.
  • Si sono iscritte all’e-mail marketing.

Il modo di strutturare il tuo sito Web per il retargeting è:

  • Inserisci un piccolo codice, comunemente indicato come Facebook pixel, sul tuo sito web .
  • Ad ogni visita il codice inserirà un cookie nel proprio browser.
  • Ora, quando i tuoi visitatori navigano online, vedranno i tuoi annunci mirati.
  • Saranno quindi reindirizzati al tuo sito.

La campagna di conversione

La campagna di conversione si concentra esclusivamente sulla conversione degli utenti in clienti che comprano o su come fargli compiere altre azioni come:

  • Download di una guida, presentazione o case study.
  • Partecipare a una lista e-mail.
  • Completare un modulo o un sondaggio.

Le conversioni sono preziose, non solo perché mostrano un coinvolgimento più profondo, ma perché gli utenti forniscono informazioni preziose come indirizzi e-mail e altro. Questi dati ti aiuteranno a perfezionare il tuo targeting online, ma ti daranno anche maggiori opportunità di creare una community sui social media attraverso conversazioni, familiarità con il prodotto e il servizio e, infine, spostandoli ulteriormente nella canalizzazione di vendita all’acquisto.

Creare la tua strategia di marketing sui social media

È importante creare una strategia prima di entrare nei dettagli pratici. Ciò comporta prendersi il tempo necessario per capire il pubblico e ciò a cui tengono. In questo modo puoi:

  • Determinare quale tipo di contenuto funzionerà, che si tratti di video, grafica, immagini o testo.
  • Stabilire il tono, lo stile e persino la ripetizione del contenuto.
  • Scoprire quali argomenti interessano al tuo pubblico. Potresti scoprire che piacciono i video ma potresti non sapere quali tipi di video li terranno coinvolti.
  • Comprendere come consumano il contenuto. Può piacere un short content o long content? Le informazioni demografiche ti aiuteranno a concentrarti sui tipi di contenuti che porteranno ai migliori risultati.

Una volta creato un personaggio del tuo pubblico, dedica del tempo a rispondere a queste domande:

  • Qual è il tuo obiettivo finale per i tuoi utenti nella tua campagna?
  • Qual è la definizione di conversione per questa campagna? È la notorietà del marchio, acquisto o creare una community intorno al marchio?
  • Come vuoi continuare a impegnarti con i tuoi follower durante la campagna e quando è finita?

Scegliere una piattaforma di social media

Il prossimo passo per i Social Media Manager è scegliere quali piattaforme social sono adatte per il loro pubblico di destinazione. Il primo passo è creare un profilo utente , ma poiché la maggior parte delle piattaforme principali, in particolare Facebook e Instagram, sono progettate sia per i singoli utenti che per le aziende, è importante determinare qual è quella giusta per te.

I pro di avere un profilo aziendale sono ovvi: sono un ottimo modo per trovare nuove connessioni, clienti e partner. I membri della tua community sono un pubblico mirato e altamente ricettivo.

Il tuo profilo aziendale ti consente di accedere all’analisi, uno strumento che ti consente di affinare la messaggistica per indirizzare il pubblico. Sfruttare il tuo profilo aziendale per l’analisi tramite Facebook o Instagram ti dà la possibilità di:

  • Ottenere informazioni dettagliate sul tuo pubblico, il comportamento dell’acquirente e dati demografici.
  • Sfruttare tali approfondimenti per ottimizzare i tuoi contenuti in modo che vengano visti dal pubblico giusto al momento giusto.
  • Leggere i report che forniscono su ogni annuncio, così da portare a una strategia più mirata.
  • Creare canalizzazioni cross-channel per capire i migliori tassi di conversione.
  • Determinare il ritorno sull’investimento specifico della tua spesa di marketing totale tramite i social media.

Ci sono anche degli svantaggi ad avere un profilo aziendale: la gestione di una pagina aziendale può richiedere molto tempo, questo può comportare la scelta di affidarsi ad un professionista. Poi gli annunci che crei sui social sono soggetti a regole della piattaforma, possono essere o non essere approvati.

Qual è la piattaforma di social media giusta per la tua campagna di marketing? Ecco le tue opzioni:

Facebook

Facebook è la piattaforma di social media dominante nel mondo ed è il terzo sito più visitato online dietro Google e YouTube. Le aziende hanno la possibilità di interagire con 2 miliardi di persone su Facebook ogni mese.

Facebook consente alle aziende di indirizzare il pubblico attraverso strumenti come Facebook Analytics che fornisce loro rapporti che monitorano il rendimento di ciascun annuncio. La portata e la visibilità possono aiutare a livellare il campo di gioco per le piccole o medie imprese che vogliono competere con aziende con budget molto più grandi.

Tra gli strumenti che Facebook offre ai marketer:

Gruppi di Facebook. La funzione Gruppo Facebook ti aiuta a dimostrare la competenza della tua azienda in un argomento e collega le persone che mostrano interesse per condividere idee e approfondimenti.

Facebook Insights. I dati contenuti in Facebook Insights ti aiutano a capire come il tuo pubblico ha risposto ai tuoi annunci. Ma analizzarlo può essere un compito difficile. I dati di insight includono fonti di “Mi piace” e statistiche video, i dati dei post, che fornisce informazioni su portata e coinvolgimento dei singoli post di Facebook.

Facebook Analytics. La dashboard di Facebook Analytics ti dà accesso ad approfondimenti sulla tua attività e sul tuo pubblico, come comportamenti, abitudini di acquisto, attività online, interessi e altro ancora. I report sono il pane di qualsiasi software di analisi, quindi non sorprenderti che Facebook abbia ampie capacità di reporting. Dalla dashboard è possibile generare un report contenente informazioni su quasi ogni attività o evento. Ti consente anche di creare canalizzazioni cross-channel per capire i migliori tassi di conversione.

Video di Facebook. Facebook Video ti consente di connetterti con potenziali clienti e con i tuoi clienti. Facebook amplifica tale intimità attraverso interazioni personali nei commenti sia su video nativi che live. Il video live di Facebook, che viene trasmesso in tempo reale, è un’altra funzionalità che può essere combinata con gli annunci di Facebook.

Annunci di Facebook. Gli annunci di Facebook consentono a un’azienda di qualsiasi dimensione di promuovere i propri prodotti e servizi al pubblico locale e globale . Che tu sia un principiante o un esperto di marketing, puoi creare una campagna pubblicitaria di Facebook per raccogliere contatti, indirizzare il traffico sul sito Web, generare vendite e aumentare la notorietà del brand. Questi annunci includono video, offerte, lead e carosello.

Instagram

Instagram consente agli utenti di condividere foto e video. Offre alle aziende un modo per commercializzare i loro prodotti e servizi nel mondo. 

Ogni anno Instagram rende il marketing aziendale più semplice e mirato attraverso un ampio elenco di funzionalità e strumenti di analisi che aiutano i proprietari di attività a creare profili business, attirare follower , creare coinvolgimento e sviluppare approfondimenti sulla base dei clienti e, naturalmente, vendere i loro prodotti e servizi con velocità ed efficienza.

Tra gli strumenti che Instagram offre ai Social Media Manager:

Instagram Insights. Questo è lo strumento di analisi della piattaforma che ti consente di visualizzare i dettagli sulle impressioni raggiunti dai tuoi post di Instagram, oltre al numero di clic sul sito web che ricevi dal tuo profilo. Questi dati ti permettono di valutare l’impatto delle tue attività di marketing, scoprire di più sui tuoi follower, quando interagiscono con te, quali sono i tuoi post principali che hanno creato più impatto e quali non hanno avuto meno impatto.

Annunci Instagram. Questo è lo strumento pubblicitario della piattaforma che raccoglie preziose informazioni di contatto da potenziali clienti senza spingerle fuori dalla piattaforma. Questi annunci si integrano con Facebook comparendo sul feed di notizie di Facebook.

Stories di Instagram. Le storie vengono visualizzate sopra il feed Instagram dell’utente e sono disponibili per la visualizzazione solo per 24 ore. Gli annunci nelle stories sono perfetti per favorire la notorietà del brand e dei prodotti, richiedere interazioni generati dagli utenti e annunciare sconti e offerte.

Video di Instagram. I flussi di video in diretta all’interno delle tue Instagram Stories sono ottimi modi per attirare follower, creare entusiasmo e fornire informazioni. Instagram Live è una funzione di streaming che mette il tuo video in cima ai feed degli utenti per 24 ore, questo è il modo più sicuro per farsi notare in un breve periodo di tempo. Puoi presentare nuovi prodotti, promuovere un corso e raccogliere domande e rispondere in tempo reale. Tutti questi strumenti ti aiuteranno a raccogliere e-mail e creare una fidelizzazione con i tuoi utenti.

Twitter

Twitter è stato lanciato nel 2006 e oggi conta oltre 321 milioni di utenti attivi al mese. I post o i tweet consentono solo 280 caratteri. Offrono alle aziende la possibilità di avviare conversazioni con gli utenti, sensibilizzare un prodotto o promozione e partecipare a discussioni pubbliche.

Tra gli strumenti che Twitter offre ai marketer:

Tweet. Questi possono essere un mix di intrattenimento, educazione e promozione, ma la chiave è pubblicare regolarmente. Gli esperti di marketing possono guidare i follower a promozioni, demo, download, sul sito Web e altro, oltre a coinvolgere i follower uno a uno.

Chat di Twitter. Queste conversazioni pubbliche sono collegate da un’ unico hashtags. A seconda della strategia, le chat possono incentrarsi su eventi speciali o eventi ricorrenti. In entrambi i casi, si tratta di un’ottima opportunità per coinvolgere i follower a un livello più diretto.

Hashtag di Twitter. Creando hashtag unici, le aziende possono attirare follower per argomento, facilitando così la scoperta del tweet. Gli hashtag sono un ottimo modo per promuovere e tenere traccia delle campagne e per connettersi con potenziali clienti.

Menzioni dell’utente. Questo è uno strumento utile per interagire con utenti specifici di Twitter all’interno di un tweet . Citando il loro handle di Twitter (che sono tutti seguiti dal simbolo @), questi follower saranno avvisati che vengono menzionati in una conversazione.

Liste di Twitter. Ciò consente agli esperti di marketing di curare i contenuti per gruppi di utenti nel tentativo di indirizzarli al contenuto. Ciò semplifica la ricerca dei contenuti e crea anche una relazione più diretta con i follower.

Periscope. Periscope è la piattaforma di streaming video live di Twitter che consente agli utenti di trasmettere dal proprio telefono. I brand possono connettersi immediatamente con gli utenti. Come gli Snapchats, i video svaniscono dopo un determinato periodo di tempo.

Youtube

YouTube è una rete basata su video, dal suo lancio nel 2005, è diventata una piattaforma dominante per la pubblicazione di video online. Di proprietà di Google, che ha acquistato YouTube alla fine del 2016, la piattaforma è ora responsabile dell’11 percento di tutto il traffico video globale, secondo solo a Netflix. Attualmente YouTube ha oltre 1 miliardo di utenti e oltre la metà di tutte le visualizzazioni proviene da dispositivi mobili.

Il dominio di YouTube è un’ottima opportunità di stabilire e far conoscere il proprio brand attraverso video interattivi in ​​grado di creare follower.

YouTube offre agli utenti e alle aziende:

  • I loro canali possono essere utilizzati per sviluppare ed eseguire la strategia di marketing.
  • Un modo per fare pubblicità dei propri prodotti o servizi sul proprio canale o creare annunci che vengono trasmessi su altri canali.

Google Analytics collabora con YouTube per misurare le conversioni dai tuoi annunci. In altre parole, tenere traccia della provenienza delle persone prima che arrivino sul tuo sito Web. Oltre a Google Analytics, ci sono altri due strumenti per misurare il rendimento di YouTube:

  • Valutazione del tempo di visualizzazione dei video. Questi potenti dati analitici ti consentono di valutare il rendimento dei tuoi video. Puoi accedervi da Creator Studio. Lì puoi consultare i dati trovati nei rapporti “Tempo di visione”
  • Valutazione del coinvolgimento del pubblico. Questo è il modo più semplice per scoprire come sta andando il tuo video. Basta contare il numero di abbonati, Mi piace e Non mi piace, condivisioni e commenti.

YouTube è anche un utile generatore di lead. La piattaforma ha diversi strumenti per acquisire e raccogliere lead in modo da sapere chi sta guardando i tuoi contenuti ma anche chi potrebbe essere interessato ai prodotti o ai servizi della tua azienda.

Ad esempio, le schede YouTube possono essere aggiunte ai video, creando un invito all’azione cliccabile che richiede agli spettatori di rispondere. Le schede ti consentono di aggiungere più componenti visivi in modo che siano più interattivi e coinvolgenti per gli spettatori, attirando quindi più visite. Possono anche apparire in qualsiasi momento durante il tuo video e possono includere contenuti scaricabili e link esterni.

LinkedIn

LinkedIn è una piattaforma di networking professionale che è stata lanciata nel 2003 per lo sviluppo professionale e il networking. Offre anche opportunità alle aziende di creare un profilo, condividere contenuti, mostrare nuovi prodotti e servizi e creare reti con potenziali prospettive. La parte di messaggistica fornisce anche una comunicazione bidirezionale tra gli utenti.

Per le aziende, LinkedIn è uno strumento efficace per la collaborazione, la condivisione delle migliori pratiche e attività di marketing mirate. Le aziende possono partecipare a vari gruppi per espandere la propria rete. Permette a dirigenti, imprenditori, freelance di posizionarsi come leader di pensiero nel loro settore.

LinkedIn è utile nelle campagne di copertura per generare nuovi contatti .

  • Sales Navigator. Ciò offre ai marketer un vantaggio nella generazione di lead, nello sviluppo del business e nella consapevolezza del marchio sulla piattaforma.
  • LinkedIn Elevate. Questa piattaforma consente a un’azienda di gestire e misurare l’impatto delle campagne di advocacy dei dipendenti .

Pinterest

Pinterest è uno scrapbook digitale lanciato nel 2010. Attualmente, la piattaforma raggiunge 250 milioni di utenti attivi ogni mese. Le aziende possono curare contenuti visivi che vanno dai video alle infografiche alle immagini. Gli esperti di marketing possono utilizzare Pinterest nei seguenti modi:

  • Hanno le loro pagine Pinterest come landing page per campagne e presentazioni e-mail.
  • Utilizza la funzione Pin sponsorizzati per indirizzare gli utenti in base a parole chiave, interessi, posizione, lingua, dispositivo e sesso degli utenti.
  • Utilizzare la funzione Pin acquistabili per consentire agli utenti di acquistare prodotti tramite l’app Pinterest.
  • Generare consapevolezza del brand poiché Pinterest consente agli utenti di cercare contenuti, che possono includere il tuo prodotto.
  • Pubblica contenuti che vanno dall’informazione, all’intrattenimento, entrambi in una combinazione per promuovere prodotti e servizi.

Ed ora?

Se vuoi conoscere meglio il mondo del Social media Marketing, ti invito a iscriverti al mio gruppo Facebook!

Iscriviti!

Un abbraccio,

Emanuele

Potrebbe interessarti:
Scrivimi
emanuele-paluzzi-web-designer-e-social-media-manager