fbpx

Come funziona il posizionamento su Google?

COSA TROVERAI IN QUESTO ARTICOLO:

Essere primi tra i risultati di ricerca è uno degli obiettivi che tutti aspirano per varie motivazioni, come un flusso costante di utenti sul sito, un maggior numero di lead o contatti lasciati. Questi ed altri sono alcuni dei benefici che puoi ottenerre posizionando in modo efficace il tuo sito web su Google.

Come sappiamo Google è diventato il principale motore di ricerca utilizzato dal 95% degli utenti, quindi investire su di esso può sicuramente ottenere dei grandi risultati.

Perché è importante il posizionamento del tuo sito su Google?

Come tutte le persone che utilizzano Google quando effettui una ricerca ti sarai fermato al sito che ti ha dato una risposta più esaustiva. Di solito questo avvine tra i primi 4 risultati. Forse in alcune situazioni sarai arrivato all’inizio della seconda pagina, dalla terza pagina in poi rimangono luoghi inesplorati!

Quindi è comprensibile che essere in prima pagina è importantissimo per il tuo business.

Come puoi posizionarti nelle migliori posizioni su Google?

Vediamo come puoi ottenere questi risultati.

Differenza tra posizionamento su Google e Indicizzazione

Molte volte i termini Indicizzazione su Google e Posizionamento su Google vengono erroneamente usati come sinonimi, ma non è cosi!

Questi due termini indicano due processi distinti e diversi anche se sono tra loro correlati.

Ad esempio l’indicizzazione su Google è un processo automatico e comporta uno scansionamento del tuo sito web e dopo averlo scansionato completamente Google lo inserisce tra i suoi risultati. Per ottenere lo scansionamento del vostro sito bisognerà inviare la mappa del vostro sito web chiamata tecnicamente “Sitemap” e inserirla all’interno della vostra Google search console.

L' Indicizzazione significa che lo spider di Google ha già scansionato il web, ha trovato e letto nuove informazioni e salvate nel suo indice così da mostrarlo nei risultati di ricerca.

Una volta indicizzato il sito web o ecommerce, puoi passare ad un lavoro di posizionamento sui motori di ricerca, questo processo avviene anch’esso automaticamente e attraverso determinati fattori di ranking l’algoritmo posiziona i risultati in modo da premiare le pagine web che ritiene che siano più rilevanti per la parola chiave ricercata.

Posizionamento significa invece che la pagina precedentemente scansionata e indicizzata viene restituita come risultato sul motore di ricerca in base ad una determinata query. 
Google sceglie di fornire 
il miglior risultato al suo 
utente in base a una 
determinata ricerca.

Quanto tempo ci mette un sito per indicizzarsi e posizionarsi su Google?

Posizionarsi sui motori di ricerca non è un lavoro che avviene dall’oggi al domani, soprattutto quando parliamo di piccole e medie imprese che hanno poca o nessuna presenza sul web.

Per indicizzare il sito web appena pubblicato online Google ci impiega all’incirca una settimana massimo un mese. Mentre per il posizionamento come abbiamo visto si calcola un tempo di tre- sei mesi.

Queste non sono tempistiche certe! Il tempo richiesto varia in base a molteplici fattori come il livello di concorrenza, la popolarità della parola chiave, l’età del dominio e la qualità del contenuto.

Ovviamente meno sarà competitivo il mercato dove ti vuoi posizionare, più semplice e veloce sarà il tuo posizionamento!

Come posso velocizzare i tempi di posizionamenti su Google?

Mi dispiace ma non è possibile velocizzare l’indicizzazione ed il posizionamento di un sito web da parte di Google, l’attivatà di posizionamento SEO richiede molto tempo come avevamo detto può variare dai 3 a 6 mesi, ma una volta raggiunto il posizionamento questo è piuttosto stabile e se oscilla di posizione è molto graduale.

L’unico modo per velocizzare la visibilità di una pagina web, articolo o prodotto e-commerce è quello di realizzare delle campagne a pagamento con Google ADS che ti permetteranno di comparire per la keyword selezionata.

Porta il tuo sito web tra i primi posti e aumenta il fatturato! Richiedi un preventivo SEO

Come funziona il posizionamento su Google?

Fare posizionamento organico su Google oltre a creare contenuti studiati in base alle esigenze degli utenti significa ottimizzare anche alcuni aspetti tecnici del sito web. Il lavoro di posizionamento non è una tantum, ma un continuo lavoro di aggiornamenti, qualità dei contenuti e cura nei dettagli.

Se vuoi iniziare a posizionarti su Google ti occorrerà verificare che questi aspetti siano rispettati!

Età del dominio

Un dominio appena creato o che abbia meno di 6 mesi, Google lo classifica come “nuovo” quindi meno autoritario a confronto di un dominio che esiste da svariati anni.

Infatti i nuovi domini è sicuro che vengono indicizzati, ma è molto più probabile che il posizionamento avvenga in tempi molto più lunghi tra i 6 e i 12 mesi.

Velocità di caricamento del server

Come sappiamo la velocità di caricamente non è solo un fattore determinante per l’attenzione dell’utente ma lo è anche per Google.

Per valutare le performance del tuo sito web hai due strumenti che ti possono aiutare, uno fornito da Google stesso è PageSpeed Insights oppure GTMetrix.

Oltre a seguire i consigli che ti forniscono questi software, come ad esempio migliorare il peso delle immagini o cambiare l’estensione delle immagini (di solito sono gli errori più comuni), è ottimo scegliere un web server molto performante.

Un web server performante che consente un caricamento del sito web rapido è un investimento fondamentale che assume sempre più importanza non solo per gli uteni ma anche per posizionarti nelle prima pagine di Google o nelle prime posizioni.

CMS e SEO friendly

Google richiede che il nostro sito web sia una piattaforma SEO friendly, questo significa che deve rispettare dei parametri tecnici che consentono allo spider di Google (Googlebot) di scansionare correttamente tutto il sito web.

Quali sono i parametri che devi rispettare?

  • Possibilità di creare menù, pagine, categorie, articoli;
  • Possibilità di modificare il codice HTML;
  • Editare i tag title e meta description
  • Personalizzare gli URL delle pagine
  • Caching delle risorse (non sovraccaricare il database)

Questi sono requisiti presenti nella maggior parte dei CMS che trovi online. Il più utilizzato è WordPress.

Design responsive (versione mobile)

Ormai tutti i siti web o quasi sono compatibili con i dispositivi mobile, anche il tuo è così?

Google ha confermato che la visualizzazione mobile è un fattore di ranking sul posizionamento del sito web. La prima indicizzazione che avviene quando Google scansiona il tuo sito web è in versione mobile!

Architettura del sito web e User experience

L’architettura del tuo sito web è un elemento fondamentale per aiutare un corretto collegamento tra le tue pagine interne così da poter consentire allo spider di Google quali pagine del tuo sito sono importanti.

La struttura ideale per il tuo sito web è quella detta Silos o Albero, con la pagina di categoria posizionata in alto e le pagine degli articoli o prodotti posizionate in un livello inferiore della pagina categoria. Ogni pagina è collegata attraverso dei link interni.

Una volta creata l’architettura del sito web anche l’aspetto della user experience sarà più semplice da migliorare.

Ponendoti domande come: “Il mio sito web è facilmente navigabile? I contenuti delle pagine sono chiari per chi naviga? Se l’utente proviene da fonti come motori di ricerca o pubblicità, i contenuti che trovano all’interno della pagina rispecchiano le loro aspettative?”

Se ponendoti domande di questo genere e la risposta è positiva allora stai migliorando l’esperienza di navigazione dell’utente.

Come architettura e user experience influenzano il posizionamento?

Ad esempio se un utente effettua una ricerca sul motore di ricerca e clicca sul link dove lo porta nel tuo sito web o ecommerce, ma una volta entrato torna subito nella pagina di ricerca, indica a Google che non ha trovato materiale pertinente per la keyword di ricerca.

Questo indica a Google se il contenuto di quella pagina è valido oppure no per la keyword cercata. Al contrario se clicca sul tuo sito web e rimane per molto tempo all’interno del tuo sito web questo fornisce un input positivo e Google valuterà positivamente la tua pagina posizionandola nelle prime ricerche.

Sitemap xml e File robots.txt

La sitemap xml è una mappa dove fornisce tutta l’architettura, pagine e articoli del tuo sito web ed aiuta lo spider di Google a analizzare il tuo sito web. Anche il file robots.txt è un file importante dove puoi indicare quali pagine vuoi indicizzare e quali no.

Iscrizione a Google Search Console

Infine bisogna iscriversi alla Google Search Console, questo è il canale di comunicazione dove puoi verificare che tutto procede e che non ci sono errori che possono penalizzare il posizionamento del sito.

L’iscrizione è gratuita e una volta iscritto potrai accedere al pannello.

Pannello di controllo Google Search Console

Come apparire tra i primi risultati di Google?

Per qualsiasi azienda apparire tra i primi risultati comporta un notevole vantaggio rispetto alla concorrenza!

Ti da l’opportunità di farti conoscere, dato che il tuo sito web compare sempre come primo risultato di ricerca portando così un elevato numero di visitatori. Questo significa che quando i tuoi potenziali clienti cercheranno parole chiavi pertinenti con il tuo business, il primo risultato che otterranno sarà il tuo sito web.

Più informazioni pertinenti alla ricerca dell’utente offrirai, maggiore sarà la possibilità che l’utente si converta in un possibile cliente.

Ma come puoi posizionarti in prima posizione?

Vediamo 5 tecniche che possono aiutarti per posizionare il tuo sito web!

1 – Come trovare le giuste parole chiave?

Le parole chiave o keywords, sono gli elementi principali che costituiscono la tua strategia SEO.

Utilizzando uno strumento gratuito che mette a disposizione Google chiamato Keyword planner, possiamo sapere quanto traffico può portare ogni singola parola chiave ed inoltre ci suggerisce altre parole chiavi inerenti alla parola cercata.

Dashboard Keyword Planner

Ovviamente è importante saper inserire le parole chiavi, uno dei fattori di indicizzazione delle pagine web è anche l’esperienza utente che il tuo sito web offre, offrire un maggior valore per soddisfare le esigenze degli utenti sicuramente aiuterà il posizionamento del tuo sito web!

2 – Crea dei contenuti di qualità che aiutino gli utenti

Come ti ho detto offrire dei contenuti che soddisfino le esigenze degli utenti, ti aiuterà a ottimizzare il tuo posizionamento su qualsiasi motore di ricerca. Infatti gli algoritmi di Google vengono aggiornati continuamente per assicurare agli utenti di trovare informazioni pertinenti alle parole chiavi in fase di ricerca.

Se inserisci un blog sul tuo sito web dove scrivi testi esaustivi, che trattano gli argomenti in modo approfondito, Google premierà questi articoli scritti e aiuteranno l’intero sito web a scalare i risultati di ricerca fino a portarti nelle prime pagine o posizioni.

Ci sono tecniche per saper scrivere un ottimo contenuto in ottima SEO così da aiutare la tua strategia SEO.

3 – Quando aggiornare i contenuti esistenti sul tuo sito web?

Una volta scritto il nostro articolo e posizionato su Google, dai nostri stumenti incominciamo a vedere che scende di posizione. Ad esempio dalla prima pagina incomincia a scendere in seconda o terza pagina.

Perchè succede questo?

Con il tempo anche un articolo ben scritto può perdere di valore, ci sono nuovi trend, nuovi aggiornamenti, nuovi prodotti, quindi aggiornare il tuo sito web o il tuo articolo sicuramente ti aiuterà a mantenere la tua posizione su Google.

Ovviamente ci sono altri fattori che possono influenzare il posizionamento del tuo sito web.

Però è importante analizzare lungo il tempo gli andamenti delle nostre posizioni e se vediamo che un articolo inizia a “invecchiare” un aggiornamento dell’articolo sicuramente sarà gradito da Google.

4 – Migliora la tua esperienza utente e la velocità del sito web

Come ti ho menzionato prima, Google da un notevole peso all’esperienza utente e fa il possibile per far si che ogni risultato che l’utente ottiene abbia un ottima user experience.

Come puoi ottenere un’ottima esperienza utente per il tuo sito web?

Devi tenere in considerazione diversi fattori di ranking SEO, come ad esempio:

  • La velocità del tuo sito web. Il caricamento delle pagine deve avvenire in pochi secondi all’incirca come ormai è ben saputo dopo 3 secondi di caricamento gli utenti incominciano ad abbandonare la pagina web. Se non sai in quanto tempo carica il tuo sito web puoi utilizzare il software che mette a disposizione Google che si chiama Google pagespeed. Ti permette di visualizzare la velocità del tuo sito web e ti indica le varie azioni necessarie per migliorare la velocità.
  • Una navigazione del sito web semplice ed intuitiva. Se i tuoi utenti si trovano in difficoltà nel reperire le informazioni di cui hanno bisogno, sicuramente tenderanno ad abbandonare il tuo sito web. Per questo è importante investire in una buona esperienza utente, così da non perdere utenti e possibili clienti.
  • Avere un sito web ottimizzato per dispositivi mobile. È fondamentale che i due punti precedenti siano ottimizzati soprattutto per dispositivi mobile. La maggior parte del traffico di internet passa per i dispositivi mobile, quindi è importantissimo ottimizzare il sito web. Anche per questo fattore Google da un punteggio elevato a chi ha siti web ad alte performance per mobile.

5 – Scrivi i tuoi URL, Meta title e Meta description in ottica SEO

Un URL che definisce il nome della pagina e del suo contenuto può aiutare il posizionamento della singola pagina. Altrettanto le immagini una volta caricate sul sito web si crea un URL con il nome dato alla fotografia. Mi raccomando quando inserisci immagini o crei nuove pagine non usare caratteri speciali.

Invece i Meta title e le Meta description sono strumenti molto utili per la SEO del tuo sito web, ma anche della singola pagina web. Infatti i titoli e le descrizioni da te pubblicate che appaiono su Google influiscono sul posizionamento sul motore di ricerca. È importante scegliere le parole chiavi da inserire all’interno del titolo e della descrizione così da attirare l’attenzione dell’utente nella fase di ricerca, ma anche di aiutare Google a posizionare la pagina web.

Come puoi verificare il posizionamento su Google del tuo sito web?

Una volta apportate le modifiche tecniche e abbiamo migliorato e aggiornato i contenuti del sito web, vogliamo vedere i risultati del nostro lavoro. Ti premetto che il lavoro del posizionamento non è un lavoro che porta risultati immediati ma è un investimento a medio-lungo termine.

Per verificare il posizionamento su Google hai a disposizione svariati strumenti come:

  • Google Search Console, questo strumento è il più utilizzato visto la comunicazione diretta con Google, inoltre una volta posizionato il sito web ti mostrerà nella ricerca il posizionamento delle tue pagine o articoli, come in foto
Insight nella pagina di ricerca
  • SEOZOOM E SEMRUSH, ci sono anche strumenti professionali a pagamento che ti aiutano nel posizionamento del sito. Questi strumenti professionali ti aiutano nel posizionamento all’interno della serp. SEOZOOM è un tool completamente italiano, di sicuro un software più adatto a chi effettua un servizio SEO per aziende che lavorano solo nel mercato Italiano. Altrettanto SEMRUSH è utile per un mercato non solo italiano ma anche internazionale.
  • Ricerca in incognito su Google, un altro trucchetto per vedere come ti sei posizionato sui motori di ricerca è effettuare una ricerca in incognito dove puoi vedere come il tuo articolo si è posizionato per quella determinata Keyword.
Porta il tuo sito web tra i primi posti e aumenta il fatturato! Richiedi un preventivo SEO

We are hiring now.
Let’s Join us

Vuoi imparare come potenziare il tuo marketing?

Iscriviti per ricevere suggerimenti che aiuteranno la tua attività a distinguersi.

La mia newsletter

Unisciti a Imprenditori e Liberi professionisti per ricevere i migliori contenuti della settimana.

small_c_popup.png

Contattami per una consulenza senza impegno